Addio al nubilato a Ibiza: una vacanza indimenticabile

Esattamente un anno fa, il 21 luglio 2019 ero su un volo che mi riportava a Milano dopo quattro splendidi giorni trascorsi a Ibiza per l’Addio al nubilato di mia cognata Erica.
Partecipare ad un addio al nubilato credo sia una delle esperienze più coinvolgenti e più belle da condividere con le proprie amiche.
Anche in quei casi in cui le ragazze del Team Bride non si conoscono tra loro, è incredibile vedere come l’amicizia e l’affetto per una persona (la sposa) possa far superare tutti i limiti dettati dalla mancanza di conoscenza e di confidenza.
Che voi siate la sposa, la testimone, la damigella d’onore o una cara amica, vivrete un’esperienza bellissima, difficile da dimenticare!

Addio al nubilato

Premessa

La sposa e i suoi desideri sono sicuramente al centro di tutta l’organizzazione.
C’è una cosa che le piacerebbe fare in particolare? Un luogo da visitare in particolare? Un’esperienza da vivere con le amiche, che difficilmente vivrà una volta sposata (non che sia impossibile ma cambieranno sicuramente le priorità)?
Ad esempio, quando è stato il mio turno, il mio desiderio più grande era fare un viaggio di sole ragazze perché, se già in passato non mi era mai capitato, avevo paura che non capitasse più, a maggior ragione, dopo il matrimonio.
E così è stato, ricordo ancora oggi dopo tre anni quella mini vacanza con un sorriso e la gioia nel cuore. Grazie amiche mie!

In questo articolo parleremo dell’addio al nubilato in cui ho dato il mio contributo per l’organizzazione: l’addio al nubilato ad Ibiza di Erica, mia cognata.
Avevamo già visto il suo matrimonio tema pietre preziose.

Scelta della destinazione per l’addio al nubilato

Una volta definito il Team Bride e le persone che assolutamente dovevano partecipare all’addio al nubilato, siamo passate alla scelta della destinazione. Ovviamente maggiore è il numero delle persone coinvolte, maggiore sarà la difficoltà di trovare un periodo e una destinazione che vadano bene a tutte.
Noi eravamo in otto (sposa compresa) e dopo uno scambio fitto di messaggi, a febbraio abbiamo prenotato i voli per metà luglio.
Abbiamo scelto Ibiza perché era una delle destinazioni che la sposa avrebbe voluto visitare (in generale, non solo per la Addio al nubilato) e poi per la natura del luogo, che ben si presta a un’occasione del genere!
Mare, divertimento e un grazioso centro storico da poter visitare… Potevamo scegliere luogo migliore?!

Prima della partenza

L’elemento essenziale per le riuscita della sorpresa è il segreto. Non è facile tenere la bocca chiusa fino alla fine (ve lo garantisce una chiacchierona con esperienza decennale) ma l’attesa fa aumentare la gioia del momento per la futura sposa e il Team Bride. Preparare tutti i dettagli e pensare allo stupore e alla felicità che ci stiamo preparando a regalare è un dono moooolto gratificante, anche per chi organizza.
Noi siamo state comunque clementi (o malefiche?!) e abbiamo dato degli indizi anonimi (più o meno) alla nostra futura sposina, a partire da circa 3 settimane prima dalla partenza: “Erica takes ?” e qualche indovinello in rima per tenerla sulle spine.

Addio al nubilato a Ibiza

Ibiza: eccoci per l’addio al nubilato

Io e Federica (amica della sposa che vive a Milano come me) siamo partite praticamente un giorno prima. Questo ci ha permesso di organizzarci meglio e di ottimizzare i tempi una volta arrivata la sposa e il resto del gruppo. Le ore in più infatti sono state impiegate per ritirare le chiavi dell’alloggio, ritirare le macchine a noleggio, fare la spesa per i giorni a venire.
Abbiamo soggiornato tutte insieme in un unico appartamento, con quattro stanze da letto matrimoniali. L’appartamento era molto vicino a Playa d’en Bossa, strategico anche per gli spostamenti.

Addio al nubilato: i nostri tre giorni a Ibiza

Il primo giorno è stato dedicato completamente al relax in spiaggia. Come prima meta abbiamo scelto infatti la spiaggia Playa de las Salinas.
La nostra idea iniziale era quella di trascorrere una serata per locali e l’altra invece è un po’ più tranquilla nel centro storico. A Ibiza di certo non mancano le occasioni di conoscere simpatici PR (ovviamente italiani) in spiaggia.
Abbiamo deciso quindi di optare per un pacchetto che prevedeva gli ingressi al Blue Marlin Ibiza e all’Hard Rock Cafè Ibiza, dove abbiamo amorevolmente costretto la nostra furtura sposina a prestarsi per alcuni scherzi che coinvolgevano i passanti.

Prima di uscire, abbiamo consegnato alla futura sposina il Kit Bride to Be, che conteneva tutto il necessario per il suo soggiorno e per il suo addio: una coroncina di fiori, il velo bianco, il cerchietto per far capire a tutti chi fosse la bride e altri gadget.
Ripeto, tutto il necessario. Il lavoro di squadra qui è stato fondamentale. Anche il Team Bride ha ricevuto in quell’occasione il proprio kit.

Altra sorpresa per la futura sposa

Per il giorno seguente avevamo preparato una sorpresa per la sposa. Abbiamo contattato prima di partire il Wi-ki-Woo Hotel Ibiza, nominato come meta più Instagrammabile dell’estate 2019. Poteva una sposa così glamour e così follower delle tendenze perdere un’occasione del genere? Ovvio che no!
Lo staff dell’hotel è stato gentilissimo. Abbiamo prenotato un tavolo per un brunch e ci hanno permesso anche di effettuare uno shooting fotografico in piscina, nonostante non fossimo ospiti dell’hotel.
La location si prestava davvero a tante bellissime foto che sapevamo già avrebbero trovato un posto speciale nella sorpresa che avevamo preparato per la sposa.

Durante il brunch infatti, dopo aver fatto partecipare la futura sposa ad un quiz incentrato principalmente sui doveri che l’avrebbero attesa come moglie e sulle preferenze del suo futuro marito, Abbiamo bendato Erica e le abbiamo dato il nostro regalo: un album con le prime pagine già riempite di nostre foto insieme e dediche personali, che aspettava solo di essere completato con il resto delle foto scattate durante il suo fantastico (eravamo certe del suo successo, con tutto l’impegno che ci abbiamo messo!) addio al nubilato a Ibiza.
La giornata è proseguita al mare in una spiaggia di Sant’Antonio, Cala Conta, e terminata con una deliziosa cena nel centro storico di Ibiza città.

Il terzo e ultimo giorno è stato dedicato alla scoperta del centro storico della città e allo shopping. Lacrime miste di malinconia perché la vacanza era finita e di gioia per i giorni trascorsi insieme sono state protagoniste nel momento dei saluti.

Concludendo…

Anche se organizzare una vacanza con persone che hanno idee e preferenze diverse non è cosa facile, l’importante in un Addio al nubilato è tenere sempre presente che la protagonista è la sposa e che i suoi desideri devono essere messi in cima alle priorità e alle scelte. Questo secondo me è il segreto del successo di un addio al nubilato.
Seguendo questa “ricetta”, assicurerete un’esperienza meravigliosa e un ricordo indelebile alla vostra amica futura sposa.

Addio al nubilato a Ibiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *