Lettera: essere a “carissimo amico”

È sempre una questione di luce.

Dopo una lunga giornata passata in giro con alcuni amici, eravamo a casa confrontandoci su come preparare una corretta pianificazione per i futuri articoli in modo da organizzare meglio le idee quando, ad un certo punto, ho pronunciato la frase “eh a quest’ora stavamo ancora a carissimo amico”. Dopo un attimo di silenzio mi giro verso Flavia, che mi guarda con un grande punto interrogativo stampato sul viso, e solo in quel momento mi rendo conto che questo modo di dire (purtroppo, aggiungerei) non è così diffuso come pensavo. Leggi tutto “Lettera: essere a “carissimo amico””